19/07/2020

Seminario Teologico: Vita fraterna, sacramento di unità

2020-07-19a

L’unità (Sint Unum) scaturisce dall’amore in Cristo e si incarna in un’autentica vita fraterna. La prima esperienza in streaming intercontinentale è una sfida per tutta la Congregazione da accogliere, continuare e sviluppare.

 

Dopo una settimana di studi, riflessioni, condivisioni, il Seminario Teologico giunge al termine. Circa 40 confratelli hanno discusso e cercato di rivedere il significato di Sint Unum nella Congregazione e nel mondo di oggi, concentrandosi sull’amore di Dio e sulla sua misericordia, nonché sulle dimensioni del peccato, visto soprattutto come una non apertura all’amore di Cristo. Sint Unum rimane una attuale sfida e una prospettiva per il mondo d’oggi. Durante il convegno sono emersi tre aspetti specifici: la priorità dell’amore in Cristo (Agape), la vita fraterna come “sacramento”, il carattere profetico dell’unità.

2020-07-19b

Nell’ultimo giorno del seminario, i partecipanti si sono confrontati su alcuni aspetti specifici del messaggio finale, che verrà editato da una apposita commissione e che sarà a disposizione a breve in varie lingue.

2020-07-19c

Una delle novità di questa edizione del Seminario è stata la trasmissione via streaming. D’altro canto, a causa della pandemia, non vi era altra possibilità. Certo, sono venuti meno alcuni elementi importanti di ogni convegno del genere come, ad esempio, il venir meno della convivenza fraterna, di conversazioni informali e delle preghiere comune e alcuni problemi tecnici. Detto questo, l’esperienza in streaming si è rivelata altrettanto positiva. La regolare e costante presenza dei partecipanti, il tono delle discussioni (in particolare quelle che hanno avuto luogo negli incontri dei gruppi continentali), i contributi offerti dai vari relatori che si sono succeduti nei giorni. Un positivo successo da ripetere anche per altre tipologie di incontri.


Rodrigo Arruda, scj

Video